Lauree di primo livello a Bergamo in Italia

I migliori Corsi di laurea di primo livello a Bergamo in Italia 2017

Bachelor

Bachelor gradi da istituti accreditati e le università possono essere importanti pietre miliari verso una carriera di successo.Il più comune tipo di corso di laurea è una laurea 's, di solito assegnato dopo quattro anni di studio di successo

Una laurea è un corso di laurea perseguito da molti studenti. Questo grado di quattro anni fornisce le competenze e le conoscenze laureati hanno bisogno di entrare in una carriera nel loro campo di studio, che può comprendere una vasta gamma di argomenti.

Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una Repubblica parlamentare unitaria all'interno dell'Unione europea, che si trova nel Sud Europa. A nord, confina con Francia, Svizzera, Austria, Slovenia e lungo le Alpi.

Bergamo è un luogo affascinante che accoglie un buon numero di studenti nelle università e college ogni anno. Bergamo ha un nome distinto nella top arena educativa d'Italia. Esso offre un'istruzione di qualità in discipline come la musica, e dello spettacolo.

Confronta le Lauree a Bergamo in Italia 2017

Ulteriori informazioni

CdL triennale Ingegneria delle tecnologie per la salute

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Obiettivo del Corso è la formazione di ingegneri in grado di collaborare con il personale sanitario per fornire ai pazienti trattamenti sempre più efficaci e basati sull'impiego di tecnologie innovative. Questa figura professionale saprà gestire e rendere efficiente l'utilizzo di strumenti tecnologici per la cura e l'assistenza. La formazione di base e quella ingegneristica sono, infatti, integrate con corsi di... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. OBIETTIVI FORMATIVI Obiettivo del Corso è la formazione di ingegneri in grado di collaborare con il personale sanitario per fornire ai pazienti trattamenti sempre più efficaci e basati sull'impiego di tecnologie innovative. Questa figura professionale saprà gestire e rendere efficiente l'utilizzo di strumenti tecnologici per la cura e l'assistenza. La formazione di base e quella ingegneristica sono, infatti, integrate con corsi di ingegneria biomedica, di fisiopatologia, di psicologia e corsi relativi alla tematiche sociali delle nuove tecnologie in medicina. Nella fase finale del corso verrà effettuato un tirocinio formativo presso Ospedali e Centri di Ricerca del territorio che già collaborano con l’Università di Bergamo e partecipano alla gestione degli obiettivi formativi. I laureati di questo corso saranno in grado di affrontare le tematiche relative ai processi sanitari, l'organizzazione e la gestione delle tecnologie biomediche. Avranno le conoscenze di base relative ai principi biologici, alle problematiche dovute alle condizioni patologiche e alle principali strumentazioni diagnostiche utilizzate in ambito clinico. Sapranno, inoltre, valutare l'impatto delle nuove tecnologie in ambito medico e gestire l'innovazione di processo che le accompagna. Infine, saranno in grado di verificare il rispetto delle normative nelle tematiche della produzione, costruzione e utilizzo dei dispositivi medicali e degli organi artificiali. SBOCCHI PROFESSIONALI Il corso di laurea in Ingegneria delle tecnologie per la salute si propone di fornire le competenze richieste per un'ampia gamma di ruoli nei settori industriali, nella ricerca biomedica sperimentale e clinica, nei sistemi di cura e assistenza. Gli sbocchi professionali sono possibili nell'industria biomedicale, in laboratori di ricerca, in ospedali e cliniche, in centri di riabilitazione, nonchè nell'attività libero professionale. Il corso prepara alle professioni di: tecnici esperti di dispositivi medici tecnici esperti di sistemi diagnostici tecnici esperti di gestione e elaborazione dei dati clinici tecnici esperti di sensoristica e trattamento dei segnali tecnici per la ricerca biomedica tecnici per la ricerca clinica. PERCORSI DI STUDI Il corso di laurea prevede un unico percorso di studi. PROVE DI INGRESSO Non è prevista una prova di selezione per l'ammissione al corso. Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Scienze psicologiche

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Per essere ammessi al Corso di laurea occorre essere in possesso di conoscenze di base certificate dal conseguimento di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. L'accesso, come da regolamento didattico, è legato al superamento di un test (1 settembre 2015), con una selezione per i 300 posti disponibili... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea in Scienze psicologiche si pone i seguenti obiettivi specifici di formazione sulle conoscenze e competenze: acquisizione di solide conoscenze di base in tutti i settori disciplinari della psicologia attraverso l'attivazione di almeno un insegnamento di 10 cfu per ciascun raggruppamento disciplinare acquisizione dei fondamenti teorici e metodologici che caratterizzano i vari ambiti della psicologia nel quadro di una formazione interdisciplinare attenta alle dimensioni filosofiche, storiche, antropologiche, sociologiche acquisizione di capacità di analisi e di contestualizzazione dei problemi in un'ottica interdisciplinare attraverso il confronto con le prospettive culturali della filosofia, dell'antropologia e della sociologia acquisizione di adeguate conoscenze sulla metodologia della psicologia e della ricerca scientifica, sia attraverso insegnamenti specifici, sia attraverso laboratori ad alta specializzazione acquisizione, anche attraverso laboratori, di competenze operative e applicative di primo livello, specialmente nell'ambito disciplinare della psicologia clinica, della psicologia dinamica e della psicologia sociale acquisizione, mediante specifici laboratori, di adeguate conoscenze e competenze applicative, per l'elaborazione dei dati ai fini di ricerca e per la gestione dell'informazione attraverso i comuni strumenti informatici acquisizione, anche attraverso l'attivazione di laboratori, di abilità nell'impiego della lingua inglese in forma scritta e orale, con particolare riferimento al linguaggio scientifico psicologico acquisizione, attraverso la frequenza di laboratori, di abilità nella stesura di relazioni e testi scientifici, propedeutiche alla stesura dell'elaborato finale. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il profilo accademico e professionale in Scienze psicologiche, in coerenza con gli obiettivi formativi e i risultati attesi, permette al laureato di: partecipare ad attività di ricerca empirica e sperimentale e alla programmazione di interventi psicologici e psicosociali realizzare interventi psico-sociali e psicoeducativi per lo sviluppo delle potenzialità individuali e sociali utilizzare gli strumenti appresi (colloquio, strumenti psicometrici, osservazione, ecc.) in ambito individuale, familiare, di gruppo con la supervisione, ove stabilita dalla normativa, di un laureato magistrale o di un iscritto all'Ordine degli Psicologi sezione A svolgere la propria attività in strutture pubbliche, private e del terzo settore in ambito clinico, scolastico e sociale. Il ruolo professionale chiaramente identificabile è quello di laureato triennale in discipline psicologiche con la possibilità di iscrizione, secondo la normativa vigente, alla sezione B dell'Ordine degli Psicologi. Il corso prepara alle professioni di Tecnici dei servizi sociali. INDIRIZZI (Solo per immatricolazioni negli a.a. 2009/2010 e 2010/2011; dall'a.a. 2011/2012 il Corso di laurea è organizzato su un unico percorso comune) Psicologia clinico-dinamica Psicologia dello sviluppo e sociale CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO Per essere ammessi al Corso di laurea occorre essere in possesso di conoscenze di base certificate dal conseguimento di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo. L'accesso, come da regolamento didattico, è legato al superamento di un test (1 settembre 2015), con una selezione per i 300 posti disponibili. [-]

CdL triennale Filosofia

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dal Corso di studio potranno essere in enti pubblici e privati, nel campo dell'editoria e nelle istituzioni che organizzano attività formative ed educative alla vita in tutte le sue sfaccettature morali, sociali, politiche ed ecologiche, nelle istituzioni che organizzano attività culturali od operano nel campo della conservazione e... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. OBIETTIVI FORMATIVI QUALIFICANTI I laureati nel Corso di studio dovranno: possedere una solida formazione di base, metodologica e pure di contenuti, negli studi storici, filosofici e scientifici possedere la conoscenza essenziale della storia della filosofia e della scienza dell'età antica, medievale, moderna e contemporanea, con conoscenza diretta di testi e documenti in originale, nella consapevolezza che solo la conoscenza della genesi storica dei concetti e dei problemi ne permette una reale comprensione possedere la conoscenza essenziale delle molteplici e complesse tematiche nei differenti campi della filosofia teoretica, della filosofia morale, della filosofia del linguaggio, dell'estetica possedere la piena padronanza scritta e orale di almeno una lingua dell'Unione Europea (l'inglese), oltre l'italiano essere in grado di utilizzare i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica negli ambiti specifici di competenza. Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dal Corso di studio potranno essere in enti pubblici e privati, nel campo dell'editoria e nelle istituzioni che organizzano attività formative ed educative alla vita in tutte le sue sfaccettature morali, sociali, politiche ed ecologiche, nelle istituzioni che organizzano attività culturali od operano nel campo della conservazione e della fruizione dei beni culturali, in tutti gli ambiti di organizzazione del lavoro e delle relazioni sociali, in cui è fondamentale la consulenza filosofica. I laureati del Corso di studio potranno in particolare svolgere attività lavorative che richiedano specifiche conoscenze teoriche e metodologiche coerenti con il percorso didattico seguito. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI PREVISTI PER I LAUREATI Si intende formare una figura professionale che sia caratterizzata dalla capacità di guidare specifici processi di formazione e comunicazione (attività saggistica, editoriale e di divulgazione scientifica, mediazione culturale, ecc.), volti a un’educazione integrale dell’essere umano che permetta di fronteggiare i problemi di una società multietnica e multiculturale (multi-religiosa) e di rispetto della biodiversità della natura, o di formazione all’interno di istituzioni e di vari contesti socio-politici e di lavoro; e dalla capacità di effettuare consulenze filosofico-esistenziali tali da orientare comportamenti e decisioni, a livello individuale e collettivo, volte alla responsabilizzazione etico-politica ed ecologica nei vari contesti della vita e in particolare nell’ambito del lavoro. Le funzioni di guida, di orientamento, di consulenza e di formazione di tale figura professionale sono spendibili in vari contesti di lavoro, in quanto trasversali ad essi: un laureato in filosofia sviluppa competenze che non sono legate al particolare sapere pratico-tecnico correlato a un particolare lavoro, ma a un sapere teoretico che offre una meta-riflessione su tutte le altre forme di sapere e su tutte le attività umane. Le competenze sviluppate sono legate a capacità di analisi e di sintesi, di interpretazione delle varie attività e delle varie situazioni all’interno di una visione più ampia, rispetto ai limiti d’orizzonte delle loro particolarità, che tiene conto della complessità dell’organizzazione del lavoro, della società, dei sistemi economico-politici, dei sistemi viventi e della natura. Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT) Specialisti della gestione nella Pubblica Amministrazione - (2.5.1.1.1) Specialisti in risorse umane - (2.5.1.3.1) Specialisti delle pubbliche relazioni, dell'immagine e professioni assimilate - (2.5.1.6.0) Storici - (2.5.3.4.1) Specialisti in scienza politica - (2.5.3.4.3) Filosofi - (2.5.3.4.4) Redattori di testi tecnici - (2.5.4.1.4) Docenti della formazione e dell'aggiornamento professionale. REQUISITI PER L'ACCESSO Allo studente in ingresso sono richieste le conoscenze culturali di base acquisibili nei percorsi di studio nella scuola secondaria. Sono in particolare richieste conoscenze di base nelle scienze storiche e filosofiche acquisibili nei corsi di studio di secondo grado. La verifica in ingresso delle conoscenze culturali di base avviene mediante test orientativi (TVI). Sono forniti servizi per l'autovalutazione e per il recupero delle conoscenze di base, anche mediante corsi propedeutici anteriori all'avvio dei corsi curriculari. Prove d'ingresso Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Lingue e letterature straniere moderne

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Dopo avere conseguito la laurea triennale in Lingue e letterature straniere moderne, le competenze acquisite possono essere affinate e completate in uno dei seguenti corsi di Laurea magistrale biennali, internazionalizzati e con possibilità di conseguire un doppio titolo di studio valido in Italia e all'estero, attivati presso il Dipartimento... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea in Lingue e letterature straniere moderne mira a fornire competenze: in almeno due lingue straniere (di cui una europea), nonché delle letterature e del patrimonio culturale dei relativi Paesi in linguistica e in lingua e letteratura italiana nell'uso dei principali strumenti informatici (PC, laboratori di lingua, ricerca in biblioteca) per accedere ai corsi della Laurea magistrale in Lingue e letterature europee e panamericane, sede del percorso che prelude alla possibilità di insegnamento nella scuola pubblica. Dopo avere conseguito la laurea triennale in Lingue e letterature straniere moderne, le competenze acquisite possono essere affinate e completate in uno dei seguenti corsi di Laurea magistrale biennali, internazionalizzati e con possibilità di conseguire un doppio titolo di studio valido in Italia e all'estero, attivati presso il Dipartimento: Lingue e letterature europee e panamericane (Doppio titolo con la Ruhr-Universität Bochum - Germania) Comunicazione, informazione, editoria (Doppio titolo con la Fairleigh Dickinson University - New Jersey, USA) Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (Doppio titolo con la Université Lyon 2 - Francia) Progettazione e gestione dei sistemi turistici (Percorso internazionalizzato in sede: Planning and Management of Tourism Systems) PERCORSI DI STUDIO Il triennio di studio è articolato, a scelta dello studente, in uno dei seguenti percorsi: Linguistico-letterario Lingue e culture orientali Turismo culturale Processi interculturali PERCORSO 1 - LINGUISTICO-LETTERARIO Il percorso Linguistico-letterario indirizza allo studio e alla padronanza dei problemi teorici e metodologici relativi a vari aspetti delle lingue e delle letterature straniere, mettendo il laureato in grado di analizzare in modo critico e autonomo varie tipologie di testi, tenendo conto degli ambiti storico-culturali e artistici, delle varietà linguistiche e dei diversi registri stilistici e comunicativi in cui essi si inseriscono. Il percorso prelude alle successive fasi di formazione degli insegnanti di lingue straniere. Obiettivi formativi specifici Il percorso si pone come obiettivi principali: l'acquisizione di competenze in due lingue (francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco), integrate dallo studio della storia culturale e artistica dei rispettivi Paesi l'approfondimento di due letterature straniere e della letteratura italiana l'approfondimento della linguistica, della filologia, della critica letteraria e delle letterature comparate o di una terza lingua. Sbocchi occupazionali e professionali Tecnico dell'organizzazione di eventi culturali, convegni, fiere e mostre Addetto agli archivi e ai sistemi di catalogazione Tecnico nei musei e nelle biblioteche Traduttore e addetto alla promozione di testi e documenti nell'industria e nei servizi pubblici Addetto a uffici stampa PERCORSO 2 - LINGUE E CULTURE ORIENTALI Il percorso in Lingue e culture orientali fornisce allo studente conoscenze specifiche sulla storia, la cultura e i processi territoriali di un'area extra-europea. Il percorso fornisce, perciò, una sicura competenza orale e una buona competenza scritta in una lingua orientale, affiancata a una sicura competenza scritta e orale in una lingua europea. Introduce inoltre lo studente alla conoscenza dei fenomeni culturali, sociali ed economici legati alla mondializzazione, con particolare riguardo alla comunicazione e alla cooperazione internazionale. Obiettivi formativi specifici Il percorso si pone come obiettivi principali: l'acquisizione di una sicura padronanza orale e di una buona competenza scritta di una lingua orientale: arabo, cinese, giapponese l'acquisizione della sicura padronanza scritta e orale di una lingua europea (a scelta tra francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco)l'acquisizione di competenze letterarie, storiche, antropologiche, geografiche, sociali ed economiche dei relativi Paesi. Sbocchi occupazionali e professionali Operatore della mediazione culturale degli scambi con Paesi europei, orientali e del Mediterraneo, della Cina e del Giappone Corrispondente in lingue estere orientali nelle aziende e nelle istituzioni che hanno rapporti con i Paesi stranieri presso rappresentanze diplomatiche e consolari Addetto a uffici stampa nell'ambito dei rapporti con i Paesi orientali PERCORSO 3 - TURISMO CULTURALE Il percorso in Turismo culturale avvia alla comprensione del fenomeno turistico, inteso come pratica sociale interessata dall'intreccio di domanda, offerta e fruizione di beni culturali, artistici e paesaggistici. Il percorso integra conoscenze linguistiche, letterarie e culturali a competenze in ambiti geografici, amministrativi, economici e sociologici, al fine di fornire una visione informata delle realtà territoriali e aziendali che costituiscono l'industria turistica nazionale e internazionale. Obiettivi formativi specifici Il percorso si pone come obiettivi principali: lo studio di due lingue e letterature a scelta tra francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco lo studio della cultura, della letteratura e della storia dell'arte dei rispettivi Paesi l'acquisizione di nozioni di geografia, sociologia, diritto ed economia del turismo. Sbocchi occupazionali e professionali Attività tecniche di supporto gestionali in aziende, enti e istituzioni pubbliche e private per la gestione di prodotti turistici Operatore e corrispondente turistico Tecnico dell'organizzazione di eventi culturali, convegni, fiere e mostre Attività a favore dello sviluppo turistico del territorio Attività per la salvaguardia e la promozione dei beni culturali Hostess, steward PERCORSO 4 - PROCESSI INTERCULTURALI Il percorso in Processi interculturali avvia alla comprensione dei processi di incontro e mediazione in ambito nazionale, internazionale e in una prospettiva di globalizzazione. Il percorso introduce a uno studio pluridisciplinare che integra competenze linguistiche, antropologiche e letterarie a conoscenze geografiche, storiche e sociologiche, al fine di formare una visione complessiva sensibile alle istanze interculturali, interlinguistiche e dell’accoglienza che caratterizzano la contemporaneità. Obiettivi formativi specifici Il percorso si pone come obiettivi principali: Lo studio di due lingue e letterature a scelta tra francese, inglese, russo, spagnolo e tedesco Lo studio degli ambiti antropologici, geografici, sociologici e storici dei relativi Paesi L'acquisizione di competenze in linguistica antropologica, mediazione linguistica e informatica. Sbocchi occupazionali e professionali Mediatore culturale e linguistico nei servizi pubblici e nelle organizzazioni internazionali Assistente linguistico per le attività produttive e per la pubblica amministrazione Esperto e traduttore in contesti interlinguistici Operatore della mediazione culturale degli scambi con Paesi europei e delle Americhe Corrispondente in lingue estere nelle aziende e nelle istituzioni che hanno rapporti con i Paesi stranieri presso rappresentanze diplomatiche e consolari Addetto all'accoglienza interculturale VERIFICHE PER L'ACCESSO Saranno effettuati test di valutazione (TVI) obbigatori inerenti: la capacità di comprendere, riassumere ed elabiorare testi in lingua italiana la competenza al livello A2 (Quadro Comune Europeo di Riferimento) per le lingue, in una lingua straniera europea tra le seguenti: francese, inglese, spagnolo, tedesco. I test non potranno escludere dall'iscrizione all'università, né dalla frequenza ai corsi. Quando necessario, tuttavia, in base al risultato del test, verranno indicati allo studente il debito (cioè la insufficiente conoscenza) e soprattutto l'obbligo formativo (cioè il corso di recupero o le attività supplementari di recupero) che lo studente dovrà frequentare successivamente al test. Lo studente dovrà sanare gli eventuali debiti formativi entro la sessione estiva per poter essere ammesso a iscriversi all'anno successivo. La verifica dell'avvenuto recupero avrà luogo - se non diversamente specificato - in apertura delle prove scritte d'esame nell'appello di maggio della sessione estiva. [-]

CdL triennale Ingegneria meccanica

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Obiettivo del Corso di laurea triennale in Ingegneria meccanica è la formazione di tecnici che possiedano una solida preparazione nelle discipline di base relative alle scienze matematiche, fisiche e chimiche, e una formazione ingegneristica. In particolare, verranno fornite conoscenze relative a: tecniche e normative di rappresentazione, modellazione con sistemi CAD (Computer Aided Design)... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. OBIETTIVI FORMATIVI Obiettivo del Corso di laurea triennale in Ingegneria meccanica è la formazione di tecnici che possiedano una solida preparazione nelle discipline di base relative alle scienze matematiche, fisiche e chimiche, e una formazione ingegneristica. In particolare, verranno fornite conoscenze relative a: tecniche e normative di rappresentazione, modellazione con sistemi CAD (Computer Aided Design), tecnologie di lavorazione meccanica, gestione del ciclo di lavorazione di semilavorati e componenti, progettazione di componenti e sistemi meccanici, proprietà e comportamento meccanico dei materiali metallici e non-metallici, apparati di conversione dell'energia di tipo elettromeccanico, sistemi e strumentazione elettronica; all'analisi termodinamica delle modalità di conversione delle forme di energia e dei meccanismi di trasmissione del calore, e alla loro applicazione a processi industriali ed energetici, e lo svolgimento di stage presso enti e aziende (solo per il percorso professionalizzante). Il laureato sarà in grado di affrontare problemi singolari e ricorrenti, riguardanti: l'ingegnerizzazione di base di manufatti di varia complessità; l'esercizio di macchine motrici e operatrici, nonché di impianti che utilizzano processi termofluidodinamici per applicazioni energetiche e ambientali; la conduzione di impianti e processi industriali nei vari comparti della produzione manifatturiera. In tutti i casi elencati saprà affrontare in modo autonomo problematiche generali e di base della progettazione e di verificare il rispetto delle normative nelle tematiche della produzione/costruzione dei manufatti e nel campo dell'energia. SBOCCHI PROFESSIONALI Il corso di laurea triennale in Ingegneria meccanica si propone di fornire le competenze richieste per un'ampia gamma di ruoli presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la conversione dell'energia, imprese impiantistiche e imprese manifatturiere, in generale per la progettazione, la produzione, l'installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee di produzione e strutture. Il corso prepara alle professioni di: tecnici del risparmio energetico e delle energie rinnovabili tecnici meccanici tecnici metallurgici disegnatori tecnici tecnici della gestione del processo produttivo. PERCORSI DI STUDI Il corso di laurea prevede un unico percorso di studi (per gli studenti attualmente iscritti al III anno sono ancora attivi il curriculum propedeutico e il curriculum professionalizzante). PROVE DI INGRESSO Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Ingegneria gestionale

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea in Ingegneria gestionale mira alla formazione di una figura professionale polivalente in grado di affrontare i molteplici aspetti tecnici, economici, organizzativi e gestionali che caratterizzano l'attività industriale ed economica. Il corso si propone di fornire, oltre a una solida base di competenze proprie dell'ingegneria industriale, approfondite conoscenze relative... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea in Ingegneria gestionale mira alla formazione di una figura professionale polivalente in grado di affrontare i molteplici aspetti tecnici, economici, organizzativi e gestionali che caratterizzano l'attività industriale ed economica. Il corso si propone di fornire, oltre a una solida base di competenze proprie dell'ingegneria industriale, approfondite conoscenze relative all'approvvigionamento e gestione dei materiali, l'organizzazione aziendale e della produzione, la gestione dei sistemi informativi aziendali, il controllo di gestione e la valutazione degli investimenti. SBOCCHI PROFESSIONALI I laureati del corso in Ingegneria gestionale potranno svolgere attività professionali a livello tecnico-operativo e di coordinamento all'interno di strutture pubbliche e private, nazionali e internazionali, per le quali si richiedano le conoscenze e le abilità conseguite nel triennio. Il profilo professionale fornito consente di: risolvere problemi organizzativi e gestionali, legati sia alla produzione che alle diverse funzioni aziendali valutare adeguatamente gli aspetti economici e finanziari delle scelte tecnologiche promuovere l'innovazione tecnologica, valutando le implicazioni di natura strategica, finanziaria e organizzativa progettare e gestire i sistemi di controllo di gestione aziendali gestire le relazioni tra i sistemi produttivi dell'impresa e i sistemi informativi di supporto. Gli sbocchi occupazionali per i laureati sono in tutti gli ambiti dove sia necessario: organizzare, coordinare e ottimizzare i processi e l'organizzazione analizzare e gestire la produzione industriale, gli impianti e la qualità della produzione gestire la logistica industriale, l'approvvigionamento e la gestione dei materiali sviluppare nuovi prodotti incorporanti tecnologie complesse monitorare e valutare le prestazioni dell'organizzazione, gestire il controllo di gestione valutare investimenti e analizzare settori industriali. Gli ambiti in cui il profilo fornito trova maggiore applicazione sono sia imprese manifatturiere che imprese di servizi e pubblica amministrazione. Il corso prepara figure professionali per le attività di: pianificazione e controllo delle attività aziendali analisi economica e finanziaria dei progetti d'investimento gestione della produzione e della logistica d'impresa controllo della qualità industriale gestione della ricerca e sviluppo gestione dei sistemi informativi e dell'informazione aziendale PERCORSI DI STUDIO E CURRICULA Gestione della produzione Gestione dell'informazione e della tecnologia PROVE DI INGRESSO Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Lettere

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea si articola in 'curricula' e, quindi, in percorsi che forniscono agli studenti una preparazione orientata, attraverso una solida formazione di base, metodologica e storica, all'acquisizione delle essenziali conoscenze necessarie per l'attività professionale, con un'eventuale prospettiva verso la ricerca, nell'ambito degli studi letterari e artistici propri della tradizione... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea si articola in 'curricula' e, quindi, in percorsi che forniscono agli studenti una preparazione orientata, attraverso una solida formazione di base, metodologica e storica, all'acquisizione delle essenziali conoscenze necessarie per l'attività professionale, con un'eventuale prospettiva verso la ricerca, nell'ambito degli studi letterari e artistici propri della tradizione culturale italiana ed europea. Le conoscenze e le capacità critiche acquisite negli ambiti della cultura letteraria, linguistica, storica, geografica e artistica dell'età antica, medievale, moderna e contemporanea sono caratterizzate dall'attenzione rivolta agli ambiti riconosciuti della comparatistica internazionale. In tale prospettiva all'interno dell'offerta formativa del Corso vengono individuati itinerari di formazione che possono condurre all'acquisizione di abilità di creazione e di scrittura, anche per i nuovi media, attraverso il possesso di idonei strumenti metodologici. L'offerta formativa nelle aree delle discipline artistiche mira inoltre all'acquisizione di una solida formazione di base nei settori delle arti e della cultura visiva, anche nella prospettiva di sviluppi professionali che prevedano l'impiego di mezzi informatici per la creazione e la consultazione di banche dati. Mediante eventuali esperienze pratiche qualificate, i laureati del Corso svilupperanno pertanto conoscenze teoriche e metodologiche finalizzate ad attività professionali in enti pubblici e privati, nel campo del giornalismo e dell'editoria e nelle istituzioni che organizzano attività culturali o operano nel campo della conservazione e della fruizione dei beni culturali. SBOCCHI PROFESSIONALI Il percorso didattico ha come finalità la strutturazione delle conoscenze di base in vista della costruzione di una figura professionale polivalente, in grado sia di specializzarsi in vista dell'insegnamento delle materie letterarie, sia di svolgere un'attività di studio negli ambiti delle discipline letterarie, storiche e artistiche la quale necessiti di una conoscenza comparativa delle principali culture del mondo contemporaneo, attraverso inoltre l'acquisizione delle nuove teorie e tecnologie della comunicazione, oltre ad offrire la preparazione di base per intraprendere il percorso che conduce alla professione giornalistica. Le figure professonali che la Laurea contribuirà a costruire saranno atte a esercitare funzioni di responsabilità sia in ambiti professionali specifici, sia in istituzioni ed enti, pubblici e privati, italiani e stranieri. Il Corso di laurea prepara alle seguenti professioni: esperti in discipline artistico-espressive (esperti d'arte, dialoghisti, soggettisti e parolieri, redattori di testi per la pubblicità, revisori di testi, curatori di musei) esperti in discipline linguistiche, letterarie e documentali (esperti nelle scienze dell'antichità, filologico-letterarie, storiche, traduttori, archivisti, bibliotecari) . CURRICULA E INDIRIZZI Letterario Ind. Culture letterarie europee Ind. Filologico-didattico Ind. Storico Ind. Arti, culture mediali e visive Moda, arte, design, cultura visiva PROVE D'INGRESSO Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Scienze dell'educazione

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di laurea si articola attualmente in quattro indirizzi (Educatore nei servizi per la prima infanzia, Educatore nei servizi sociali e di comunità, Educatore nei servizi per gli anziani ed Educatore nei servizi per il lavoro) che orientano le comuni competenze culturali, pedagogiche, sociali e metodologiche verso specifiche conoscenze e abilità professionali... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il Corso di laurea si articola attualmente in quattro indirizzi (Educatore nei servizi per la prima infanzia, Educatore nei servizi sociali e di comunità, Educatore nei servizi per gli anziani ed Educatore nei servizi per il lavoro) che orientano le comuni competenze culturali, pedagogiche, sociali e metodologiche verso specifiche conoscenze e abilità professionali. Il curriculum per Educatore nei servizi per la prima infanzia intende formare figure professionali in grado di accompagnare lo sviluppo dei bambini e delle bambine e di conoscere, promuovere e valorizzare gli interventi educativi specifici volti al "pieno sviluppo" delle loro personalità (art. 3 della Costituzione). Il percorso di studio si concentra sulle discipline di Pedagogia e Didattica generali, Pedagogia speciale, Psicologia dello sviluppo e dei processi educativi, nonché sugli aspetti gestionali e organizzativi dei Servizi educativi per la prima infanzia. Il curriculum per Educatore nei servizi sociali e di comunità si propone di formare figure professionali specializzate nell'analisi, riflessione e progettazione di interventi educativi nelle istituzioni e negli ambienti sociali volti sia alla promozione della persona, sia alla gestione delle situazioni personali e sociali di particolare fragilità. A tale scopo si forniranno approfondimenti culturali di Pedagogia sociale, Sociologia, Educazione interculturale e Diritto, con particolare attenzione agli aspetti ordinamentali delle organizzazioni sociali. Il curriculum per Educatore nei servizi per gli anziani vuole offrire strumenti per progettare interventi atti a risolvere in maniera professionale le problematiche educative che contraddistinguono l'invecchiamento nell'attuale società, orientandosi nelle organizzazioni e nelle istituzioni che si dedicano agli anziani e conoscendo le politiche sanitarie e socio-assistenziali di settore. A tal fine verranno forniti specifici approfondimenti disciplinari nell'ambito della Pedagogia sociale e della famiglia, della Psicologia delle età della vita, della Bioetica, oltre della Sociologia e del Diritto. Il curriculum per Educatore nei servizi per il lavoro intende favorire lo sviluppo di competenze per orientarsi nei contesti istituzionali, nelle reti sociali e nelle professioni autonome deputate a promuovere formazione e aggiornamento per il personale sia nell'ambito delle organizzazioni pubbliche, sia in quello delle imprese private. A tal fine si offriranno percorsi volti a distinguere tra formazione e aggiornamento in età adulta, in assetto lavorativo. Verranno forniti specifici approfondimenti disciplinari in materia di Diritto e Pedagogia del lavoro, di Psicologia e Sociologia delle organizzazioni, di Organizzazione aziendale, di Metodologie e Didattiche per la formazione degli adulti. Trasversalmente a questi quattro curricula il corso di studio dedica tradizionalmente attenzione ai temi della sostenibilità e dell'educazione interculturale. Il Corso di laurea in Scienze dell'educazione prevede, per tutti e quattro i curricola, la realizzazione obbligatoria di un tirocinio formativo nel quale si sperimenta, in maniera diretta e indiretta e, soprattutto, in maniera culturalmente riflessiva, il lavoro che si svolge nelle diverse organizzazioni in cui l’educatore potrà essere chiamato a operare. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Il laureato in Scienze dell'educazione che ha seguito il curriculum per Educatore nei servizi per la prima infanzia potrà svolgere il ruolo di educatore e facilitatore dello sviluppo nei servizi per la prima infanzia; in particolare potrà essere educatore in nidi, micronidi, centri di prima infanzia, nidi famiglia, nidi aziendali; educatore e animatore socio-educativo nei servizi per la prima infanzia; educatore nei servizi sociali e privati per le famiglie con bambini. Il laureato in Scienze dell'educazione che ha seguito il curriculum per Educatore nei servizi sociali e di comunità potrà svolgere il ruolo di educatore nelle associazioni o imprese o comunità rieducative del settore no-profit; potrà svolgere le professioni di educatore e di tecnico nei servizi ricreativi e culturali statali e non statali, nei servizi territoriali per la persona, nell'assistenza sociale, nei servizi per l'integrazione, l'orientamento e l'assistenza educativa a persone con disabilità. Il laureato in Scienze dell'educazione che ha seguito il curriculum per Educatore nei servizi per gli anziani potrà svolgere il ruolo di educatore nelle varie strutture socio-assistenziali per gli anziani, di formatore nelle imprese pubbliche e private che occupano personale per l'assistenza agli anziani, di animatore socio-educativo nelle reti territoriali volte a garantire l' "invecchiamento attivo" e, in regime libero professionale, in tutti i servizi educativi e sociali di sostegno per i bisogni delle famiglie con e di anziani. Il laureato in Scienze dell'educazione che ha seguito il curriculum per Educatore nei servizi per il lavoro potrà svolgere il ruolo di educatore nei servizi pubblici e privati di informazione, orientamento e placement (agenzie per il lavoro, istituzioni scolastiche e universitarie, imprese, cooperative, etc.). Potrà inoltre organizzare le attività di formazione e aggiornamento interne alle imprese / istituzioni o esternalizzate e, nondimeno, collaborare alla progettazione, alla gestione e alla verifica di apprendistati formativi, tirocini formativi e di orientamento, tirocini di inserimento e reinserimento, percorsi formativi per tutor scolastici e aziendali. CURRICOLA Educatore nei servizi per gli anziani Educatore nei servizi per il lavoro Educatore nei servizi per la prima infanzia Educatore nei servizi sociali e di comunità CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO E SERVIZI PER IL RECUPERO FORMATIVO Allo studente in ingresso sono richieste le conoscenze culturali di base acquisibili nei percorsi di studio nella scuola secondaria. La verifica in ingresso delle conoscenze culturali di base avviene mediante test orientativi (TVI) di cultura generale, di comprensione e di ragionamento logico. Sono forniti servizi per l'autovalutazione e per il recupero delle conoscenze e delle abilità di base non possedute, anche mediante corsi propedeutici anteriori all'avvio dei corsi curriculari. Il primo anno del corso di studi è comunque caratterizzato dalla presenza di insegnamenti che assicurano l'allineamento della preparazione culturale di base richiesta allo studente per poter proficuamente incontrare negli anni successivi i contenuti delle discipline più caratterizzanti. [-]

CdL triennale Economia

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

L'evoluzione delle economie moderne può essere sintetizzata in pochi tratti: più interdipendenza tra Paesi, trasformazioni più veloci, più incertezza e complessità. In questa situazione, le imprese esprimono una sempre maggiore domanda di professionisti flessibili e capaci di confronto interdisciplinare, in grado di elaborare e interpretare i dati della realtà economica, di comprenderne... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. L'evoluzione delle economie moderne può essere sintetizzata in pochi tratti: più interdipendenza tra Paesi, trasformazioni più veloci, più incertezza e complessità. In questa situazione, le imprese esprimono una sempre maggiore domanda di professionisti flessibili e capaci di confronto interdisciplinare, in grado di elaborare e interpretare i dati della realtà economica, di comprenderne l'importanza per l'impresa e di tradurre la propria analisi in decisioni. Il corso di laurea in Economia intende formare laureati capaci di progettare e gestire processi decisionali di carattere economico o implicanti ripercussioni di natura economica. L'obiettivo formativo specifico del corso di studi è dotare lo studente di una conoscenza economica di base riferita all'impresa, ai settori produttivi e al sistema nel suo complesso. Esso fornisce una preparazione sia sotto il profilo teorico che sotto quello attinente l'economia applicata e delle politiche economiche; favorisce inoltre lo sviluppo di competenze pratico-operative relative al rilevamento, alla misura e al trattamento dei dati pertinenti l'analisi economica. Il corso offre agli studenti una formazione che affianca al nucleo portante delle discipline economiche gli aspetti essenziali delle discipline gestionali, giuridiche, storiche e socio psicologiche, atti a garantire una solida preparazione di base e un apprendimento interdisciplinare. INSEGNAMENTI Attenzione: per gli OFA (obblighi formativi aggiuntivi) consultare la pagina www.unibg.it/ofa-eco per le ADD (attività di addestramento linguistico) consultare le pagine Lingue straniere e Italiano - prove di competenza del Centro competenza lingue. 86006 Complementi di matematica 86031 Diritto privato 86007 Diritto pubblico 86008 Econometria (2 moduli) 86032 Economia aziendale 86033 Economia del lavoro 86035 Economia dell'innovazione 86042 Economia dell'innovazione (3 moduli) 87039 Economia e gestione delle imprese 86036 Economia industriale 86009 Economia internazionale (3 moduli) 87018 Economia monetaria (3 moduli) 86039 Economia pubblica (6 cfu) 86017 Elementi di matematica (2 moduli) 86038 Informatica 86040 Istituzioni di economia politica 86030 Istituzioni di economia politica II 86016 La dimensione storica in economia: i fatti 86015 La dimensione storica in economia: le teorie 86011 Politica economica (3 moduli) 87041 Statistica I 87036 Statistica II [-]

CdL triennale Ingegneria informatica

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

L'obiettivo del corso è di formare un ingegnere con competenze nei settori dei sistemi di elaborazione, dei sistemi informativi, dell'automazione e dell'informatica industriale, delle architetture avanzate hardware e software, del controllo dei processi e dei sistemi elettronici... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI L'obiettivo del corso è di formare un ingegnere con competenze nei settori dei sistemi di elaborazione, dei sistemi informativi, dell'automazione e dell'informatica industriale, delle architetture avanzate hardware e software, del controllo dei processi e dei sistemi elettronici. I laureati saranno in grado di utilizzare queste competenze nella progettazione di sistemi informatici evoluti e nell'utilizzo delle tecnologie informatiche ed elettroniche per l'automazione industriale. SBOCCHI PROFESSIONALI industrie informatiche operanti negli ambiti della produzione hardware e software industrie per l'automazione e la robotica imprese operanti nell’area dei sistemi informativi e delle reti di calcolatori imprese di servizi servizi informatici della pubblica amministrazione industrie a elevata utilizzazione di strumenti e servizi informatici ed elettronici. PERCORSI DI STUDIO Informatica industriale [IND] Sistemi informatici in rete [SIR] PROVE DI INGRESSO Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]

CdL triennale Operatore giuridico d'impresa

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

I laureati del Corso di laurea in Operatore giuridico d'impresa devono conseguire i seguenti obiettivi formativi: possedere il sicuro dominio dei principali saperi afferenti all'area giuridica, in particolare negli ambiti privatistico, pubblicistico, penalistico e internazionalistico, nonché in ambito istituzionale, economico, comparatistico e comunitario; saper utilizzare efficacemente, in... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. Obiettivi formativi I laureati del Corso di laurea in Operatore giuridico d'impresa devono conseguire i seguenti obiettivi formativi: possedere il sicuro dominio dei principali saperi afferenti all'area giuridica, in particolare negli ambiti privatistico, pubblicistico, penalistico e internazionalistico, nonché in ambito istituzionale, economico, comparatistico e comunitario; saper utilizzare efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea (inglese, francese e, salva verifica dell'offerta formativa, tedesco e spagnolo), oltre l'italiano; possedere adeguate competenze per la comunicazione e la gestione dell'informazione, anche con strumenti e metodi informatici e telematici; In tale ottica si è scelto di dare specifica attenzione alle principali variabili di contesto in cui l'operatore giuridico d'impresa si trova ad operare, differenziando l'offerta formativa nei seguenti percorsi: d'impresa: individua l'operatore giuridico destinato ad operare in imprese private (all'interno o fornendo servizi alle stesse); pubblicistico: l'operatore giuridico agisce nell'ambito di aziende o enti pubblici o fornendo servizi agli stessi; internazionale: l'operatore giuridico agisce specificamente nell'ambito delle attività di scambi e relazioni internazionali delle imprese; consulente del lavoro: specificamente rivolto alla formazione della figura professionale del consulente del lavoro. Il percorso formativo potrà eventualmente comprendere un adeguato periodo di tirocinio. Sbocchi occupazionali e professionali Specialisti di problemi del personale e dell'organizzazione del lavoro Esperti legali in imprese o enti pubblici Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali Amministratore di stabili e condomini Agenti assicurativi Operatori giuridico-informatici Prove di ingresso Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio [-]

CdL triennale Scienze della comunicazione

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il Corso di Laurea triennale in Scienze della comunicazione è finalizzato all'apprendimento dei processi, dei linguaggi e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Fornisce le competenze per confrontarsi con una società complessa e in costante evoluzione, e per rispondere efficacemente alle esigenze professionali di imprese, organizzazioni, società di servizi e istituzioni operanti in... [+]

Il Corso di Laurea triennale in Scienze della comunicazione è finalizzato all'apprendimento dei processi, dei linguaggi e delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Fornisce le competenze per confrontarsi con una società complessa e in costante evoluzione, e per rispondere efficacemente alle esigenze professionali di imprese, organizzazioni, società di servizi e istituzioni operanti in contesti locali, nazionali o internazionali. OBIETTIVI FORMATIVI E PROSPETTIVE PROFESSIONALI Il Corso di laurea introduce alle metodologie, alle pratiche e alle tecnologie della comunicazione, impostandone i fondamenti in ambito mediale, sociologico, informatico, storico, linguistico, interculturale, antropologico e semiotico. Fornisce una solida preparazione sui processi socioculturali e competenze comunicative avanzate in lingua italiana e in lingua inglese, offrendo anche la possibilità di studiare una seconda lingua straniera. Oltre a garantire le competenze necessarie per accedere ai Corsi di laurea magistrale nell'ambito della comunicazione, questo profilo consente di operare nei media, nella pubblica amministrazione, nei diversi apparati dell'industria culturale, nelle aziende e nei settori dei servizi e dei consumi, svolgendo incarichi relativi alla comunicazione e alla relazione con il pubblico. Il Corso di laurea si articola in due percorsi: Il percorso di Comunicazione di massa avvia alla conoscenza dei prodotti artistici, culturali e d'intrattenimento nei settori di cinema, radio, web, televisione, letteratura, teatro, pubblicità, fumetto, ecc. Prepara all'analisi, all'ideazione e alla realizzazione di tali prodotti, anche attraverso laboratori didattici e tirocini formativi dedicati. Il percorso di Comunicazione per l'impresa fornisce saperi e competenze nell'ambito della comunicazione aziendale interna ed esterna. Prepara ad attività professionali nel contesto di imprese, organizzazioni (anche non-profit) ed enti italiani e stranieri, presso i quali si svolgeranno tirocini formativi dedicati. REQUISITI PER L'ACCESSO Requisito d'accesso è il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o analogo titolo conseguito all'estero riconosciuto idoneo. Il Corso prevede la valutazione della preparazione iniziale attraverso una prova d'ingresso non selettiva. Nello specifico, l'accesso al Corso di laurea prevede due prove di verifica: per la lingua italiana: competenza linguistico-comunicativa avanzata, capacità di comprendere, riassumere ed elaborare testi in lingua italiana per la lingua inglese: competenza linguistica di livello B1 del Quadro Comune di Riferimento Europeo (QCER). La verifica di tali competenze è affidata ai Test di Valutazione d'Ingresso (TVI). L'esito negativo del test comporta un debito, ovvero un Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA), che non preclude l'iscrizione o la frequenza dei corsi. L'OFA deve essere colmato attraverso il superamento di un altro test (Test di Verifica di Assolvimento dell'OFA: TVA), svolto nella sessione estiva e, come sessione di recupero, in quella autunnale. In preparazione al TVA, nel corso dell'anno sono previste attività supplementari di recupero. Se l'OFA non viene colmato superando il test TVA, lo studente dovrà nuovamente iscriversi al I anno come studente ripetente, e non potrà sostenere esami del II anno. STRUTTURAZIONE DEL CORSO DI LAUREA Il Corso di laurea è articolato in tre annualità per gli studenti a tempo pieno (sei per gli studenti part-time). Le tre annualità prevedono venti esami, due prove di idoneità, attività di laboratorio, tirocinio e prova finale. Nello specifico, il primo anno prevede sei insegnamenti e due idoneità (lingua italiana e informatica), comuni a entrambi i percorsi di Comunicazione di massa e di Comunicazione per l'impresa, e introduce ai saperi fondamentali nell'ambito comunicativo. Il secondo anno prevede otto insegnamenti (di cui uno a libera scelta dello studente), e fornisce i saperi culturali che sostanziano, integrano e applicano le competenze fornite al primo anno. Il terzo anno prevede sei insegnamenti (di cui uno a libera scelta dello studente), un laboratorio didattico e un tirocinio formativo, oltre a una prova finale, e articola saperi specifici relativi alla comunicazione di massa e d'impresa. Nel secondo o terzo anno lo studente ha inoltre la possibilità di accedere a programmi (LLP/Erasmus o analoghi) che offrono l'opportunità di studiare all'estero. PIANO DEGLI STUDI All'inizio del primo anno di corso, tra ottobre e novembre, lo studente deve compilare il proprio Piano degli studi per il triennio, nel quale seleziona gli insegnamenti previsti dal proprio percorso unitamente alle scelte libere. Nel compilare il Piano degli studi lo studente deve seguire il modello disponibile. All'inizio degli anni successivi di corso lo studente può confermare le opzioni o modificarle, ricompilando il Piano degli studi. Per questioni relative ai Piani degli studi (trasferimenti da altre università, passaggi di corso, modifiche al piano degli studi in corso, ecc.) è possibile contattare la Prof.ssa Stefania Maci. INSEGNAMENTI, PROGRAMMI E DOCENTI Al superamento degli esami e alle idoneità per altre attività formative (lingua italiana, informatica, tirocini, laboratori) corrisponde l'acquisizione di crediti formativi (cfu). I cfu sono unità utilizzate per misurare il carico di lavoro richiesto allo studente: per conseguire il titolo di studio è prevista l'acquisizione di 180 cfu. Gli insegnamenti si dividono in Attività didattiche singole (insegnamenti unitari da 5 cfu o, più raramente, 10 cfu) e in Attività didattiche composte (composte appunto da due moduli, per 10 cfu). In genere, anche se non necessariamente, i due moduli che compongono le Attività didattiche composte sono disponibili autonomamente per un eventuale inserimento nel Piano degli studi come scelta libera (solo nel caso, ovviamente, che l'insegnamento da 10 cfu non sia già previsto nel Piano degli studi). Agli insegnamenti corrisponde un codice che, unitamente alla denominazione e al docente titolare, ne fornisce l'identificazione. I programmi dei corsi sono disponibili nella pagina web dello specifico insegnamento, raggiungibile attraverso l'elenco degli insegnamenti, oppure dalla pagina personale del docente titolare, che fornisce anche informazioni sull'orario di ricevimento e l'indirizzo email del docente stesso. Per cercare la pagina personale di un docente, utilizzare la funzione Cercapersone in Strutture e persone. CALENDARIO DIDATTICO, LEZIONI, ESAMI Il calendario didattico fornisce informazioni su tempi e scadenze (per l'immatricolazione, i corsi di recupero e per principianti, le sessioni d'esame, le ammissioni ai laboratori, ai tirocini e alle sessioni di laurea, le sospensioni delle attività didattiche, ecc.). Le lezioni si svolgono, a seconda dei casi, in uno o più sottoperiodi (I sottoperiodo: ottobre-novembre; II: novembre-dicembre; III: febbraio-marzo; IV: aprile-maggio), secondo la scansione temporale precisata nel calendario didattico. Date di inizio e fine dei corsi, giornate, orari e aule di lezione vengono resi noti, entro l'inizio del sottoperiodo d'insegnamento, nell'orario ufficiale. Gli esami possono essere sostenuti nei sette appelli che compongono le tre sessioni d'esame (estiva, autunnale e invernale), precisati nel calendario degli esami. È possibile accedere alle informazioni sugli orari di lezioni ed esami, aggiornati di giorno in giorno. La frequenza dei corsi non è obbligatoria. È obbligatoria invece la frequenza a tirocini e laboratori. LABORATORI DIDATTICI, TIROCINI FORMATIVI E PROVA FINALE Al terzo anno sono previsti laboratori didattici e tirocini formativi: attività di carattere professionalizzante mirate alla pratica dei saperi appresi nel corso del triennio. Informazioni specifiche su natura delle due attività, tempi e modalità di ammissione e partecipazione possono essere trovate alla pagina web dei Laboratori SCO e alla pagina dei tirocini. Referenti per i laboratori sono i Prof. Riccardo Dondi e Prof. Fabio Cleto. Referente per i tirocini è la Prof.ssa Anna De Biasio. Il percorso di studio si conclude con una prova finale, un elaborato da redigere sotto la supervisione di un docente in una disciplina a scelta, e da presentare in una delle tre sessioni di laurea (giugno, novembre e marzo) indicate nel calendario didattico. Per informazioni sulla prova finale e le modalità di sua redazione, oltre che di richiesta di assegnazione del docente supervisore, si veda la pagina relativa alle prove finali. CERTIFICAZIONI Le eventuali certificazioni informatiche e linguistiche sono riconosciute secondo le modalità specificate negli avvisi pubblicati nella sezione Documenti. [-]

CdL triennale Economia aziendale

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il corso di studio in Economia aziendale mira a formare laureati in grado di comprendere, analizzare e gestire problematiche relative ad aziende e imprese nei diversi contesti. Ciò presuppone la costruzione di una solida base interdisciplinare che comprenda anche competenze economiche, quantitative e giuridiche e che definisca un insieme di conoscenze che pongano il laureato in grado di relazionarsi con... [+]

Lauree a Bergamo in Italia 2017. OBIETTIVI FORMATIVI Il corso di studio in Economia aziendale mira a formare laureati in grado di comprendere, analizzare e gestire problematiche relative ad aziende e imprese nei diversi contesti. Ciò presuppone la costruzione di una solida base interdisciplinare che comprenda anche competenze economiche, quantitative e giuridiche e che definisca un insieme di conoscenze che pongano il laureato in grado di relazionarsi con un ambiente mutevole e complesso. In considerazione della vastità delle tematiche interessate, il corso di studio presenta tre curricula che consentono di fornire le conoscenze richieste dalle diverse tipologie di aziende (pubbliche/private, industriali/bancarie/commerciali etc, profit e non profit), nelle diverse funzioni aziendali e nei vari mercati di riferimento. La base comune interdisciplinare si rafforza pertanto con competenze più specifiche secondo i potenziali sbocchi occupazionali dei tre curricula attivati: Amministrazione, contabilità e controllo delle aziende Attività nei quadri direzionali di aziende private e pubbliche con riferimento all'area amministrativa contabile e alla redazione dei bilanci aziendali Attività di controller e auditor interno Attività di libero professionista come esperto contabile e revisore dei conti Attività di consulenza in ambito amministrazione, controllo e strategia. Direzione d'impresa Attività manageriali nelle varie funzioni (marketing, finanza, personale, amministrazione etc.) della generalità delle aziende (private, pubbliche) Attività di consulenza e attività professionale Attività imprenditoriale (in proprio o nelle aziende di famiglia). Commercio estero e mercati finanziari Attività manageriali nelle aziende che operano con i mercati internazionali nelle aree export, approvvigionamento, marketing e finanza Attività presso banche e altri intermediari finanziari Attività di analista finanziario junior. Il percorso prevede l'attività di tirocinio come esperienza formativa sul campo particolarmente significativa, con possibilità anche di tirocini all'estero. Il corso di laurea rientra nell'accordo tra L'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Bergamo e l'Università degli studi di Bergamo che prevede l'inserimento di materie specifiche nel corso di laurea, consentendo ai laureati triennali di essere esonerati dalla prima prova scritta dell'Esame di Stato per l'accesso alla sezione B dell'Albo dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili. SBOCCHI OCCUPAZIONALI E PROFESSIONALI Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali connessi alla laurea in Economia aziendale sono nelle aziende, dove i laureati potranno svolgere funzioni di responsabilità direzionali, imprenditoriali o di consulenza, nei settori industriali, commerciali, dei servizi (in particolare i servizi finanziari), nelle pubbliche amministrazioni e nel non profit, nonché nelle libere professioni dell'area economico-aziendale. Pertanto la collocazione naturale dei laureati è all'interno di: imprese industriali, commerciali, di servizi imprese bancarie e finanziarie società di consulenza e studi professionali pubblica amministrazione e settore pubblico in generale aziende del non profit istituti di ricerca Da un punto di vista più specifico, si possono indicare come sbocchi professionali prevalenti: Amministrazione, contabilità e controllo delle aziende (ACCA) collaboratore nell'area amministrativa collaboratore nell'area contabile e nella redazione dei bilanci aziendali controller e auditor interno libero professionista come esperto contabile e revisore dei conti consulente nell'area amministrativa, controllo di gestione e strategia Direzione d'impresa (DI) quadri direzionali nelle varie funzioni (commerciale, produzione e logistica, strategica, organizzativa, finanziaria, innovazione e gestione dei rischi, risorse umane) della generalità delle aziende (private, pubbliche) libero professionista esperto in funzioni gestionali analista in aziende di servizi avanzati, quali società di consulenza aziendale e, in particolare, società di consulenza strategica e organizzativa. Commercio estero e mercati finanziari (CEMIF) export area manager junior outsourcing manager junior marketing manager junior logistic manager junior product manager junior operatore in filiali commerciali estere controller di filiali estere (commerciali o produttive) impiegato nell'ufficio estero delle aziende di credito gestore della clientela, gestore del risparmio, operatore con posizioni di front e di back-office presso banche e altri intermediari finanziari collaboratore nell'area finanziaria delle imprese e delle società di consulenza analista junior finanziario libero professionista che si occupa di problematiche finanziarie CONOSCENZE RICHIESTE PER L'ACCESSO AL CORSO Coloro che intendono iscriversi al corso di laurea in Economia aziendale devono possedere il Diploma di scuola media superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, nonché di Diploma di scuola media superiore di durata quadriennale e del relativo anno integrativo o, ove non più attivo, del debito formativo assegnato. Per l'accesso al corso di laurea in Economia aziendale è necessario il possesso di un bagaglio minimo di attitudini e competenze per affrontare con successo il percorso di studi prescelto. Tali conoscenze riguardano: lingua inglese (livello B1) matematica lingua italiana (per gli studenti stranieri) È prevista la verifica di tali conoscenze attraverso test di verifica iniziale (TVI) obbligatori, da svolgersi in modalità on-line presso i laboratori informatici della sede del Dipartimento di Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi in via dei Caniana 2. Qualora il test di verifica iniziale (TVI) non fosse superato, lo studente dovrà frequentare corsi specifici che si svolgeranno durante l'anno accademico. Gli studenti in possesso di certificazioni/attestati riconosciuti di livello adeguato sono esonerati dalla partecipazione ai TVI. Per la richiesta di esonero dai test è necessario compilare l'apposito modulo presente nella domanda di immatricolazione on line. Le informazioni relative ai TVI sono disponibili alla pagina "Verifica conoscenze e attività formative per assolvimento o.f.a." I candidati con disabilità e/o DSA possono segnalare le proprie esigenze, delle quali sarà tenuto conto nell'organizzazione della prova, all'Ufficio servizi per le disabilità e i DSA. TIROCINIO Nel corso è prevista un'esperienza di tirocinio da svolgersi presso aziende e organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali come momento qualificante della propria attività formativa. L'attività di tirocinio è disciplinata nel Regolamento delle attività di tirocinio; referente per le attività di orientamento, stage e placement è il prof. Gianpaolo Baronchelli. PROVA FINALE La prova finale consiste nella stesura di una breve relazione scritta su un argomento relativo agli ambiti disciplinari previsti dal piano di studio e in una discussione della stessa in presenza di una Commissione di laurea. La prova può consistere, per la sola parte scritta, in un rapporto conclusivo relativo all'attività di tirocinio. È possibile redigere e discutere la tesi in lingua inglese. Le modalità di svolgimento sono disciplinate nel rispettivo Regolamento. INTERNAZIONALIZZAZIONE Il Summer Business Program (Missouri) offre agli studenti delle lauree triennali la possibilità di frequentare, presso il Dipartimento di Scienze aziendali, economiche e metodi quantitativi, insegnamenti in lingua inglese insieme agli studenti dell'Università del Missouri (Columbia - USA) con il riconoscimento dei crediti acquisiti nell'ambito del proprio piano di studi. Il programma è a numero chiuso e le modalità di partecipazione sono disciplinate da apposito bando emanato annualmente nel periodo gennaio-febbraio. È inoltre attivo il programma di mobilità all'estero Erasmus+ che prevede lo svolgimento di uno o due semestri in un'Università europea con la quale è in essere un accordo di scambio, con il riconoscimento degli esami sostenuti nell'Università estera. Oltre al programma Erasmus+ sono attivi Programmi di scambio Extra EU con Università di Paesi extra UE, in particolare istituzioni negli Stati Uniti, in Australia, Messico e Cina. È infine prevista la possibilità di svolgere il tirocinio previsto nel curriculum presso aziende e organizzazioni all'estero. [-]

CdL triennale Ingegneria edile

Università degli Studi di Bergamo
Campus A tempo pieno 3 anni October 2017 Italia Bergamo

Il corso di studio è orientato alla formazione di figure professionali in grado di conoscere e comprendere i caratteri tipologici, strutturali e tecnologici di un organismo edilizio nelle sue componenti materiali e costruttive, in rapporto al contesto fisico-ambientale, socio-economico e produttivo dell'intervento di trasformazione insediativa. In questo campo le competenze riguardano le... [+]

OBIETTIVI FORMATIVI Il corso di studio è orientato alla formazione di figure professionali in grado di conoscere e comprendere i caratteri tipologici, strutturali e tecnologici di un organismo edilizio nelle sue componenti materiali e costruttive, in rapporto al contesto fisico-ambientale, socio-economico e produttivo dell'intervento di trasformazione insediativa. In questo campo le competenze riguardano le attività connesse con la progettazione, le attività di rilevamento di aree e manufatti edilizi, l'organizzazione e la conduzione del cantiere edile, la gestione e valutazione economica dei processi edilizi, la direzione tecnico-amministrativa dei processi di produzione industriale di materiali e componenti per l'edilizia e della manutenzione dei manufatti. I laureati in Ingegneria edile saranno in possesso di competenze idonee a svolgere attività professionali in diversi campi, anche concorrendo alle attività di programmazione, progettazione e attuazione degli interventi di organizzazione e trasformazione dell'ambiente costruito alle varie scale, l'analisi del rischio, la gestione della sicurezza in fase di prevenzione e di emergenza, sia nella libera professione che nelle imprese manifatturiere o di servizi nelle amministrazioni pubbliche. Essi potranno esercitare tali competenze presso enti, aziende pubbliche e private, società di progettazione, industrie di settore e imprese di costruzione, oltre che nella libera professione e nelle attività di consulenza. SBOCCHI PROFESSIONALI I principali sbocchi occupazionali previsti dal corso di laurea in Ingegneria edile sono: attività di analisi, valutazione tecnico-economica, interpretazione, rappresentazione e rilievo di manufatti edilizi e di contesti ambientali attività di supporto alla progettazione, quali: la definizione degli interventi e la scelta delle relative tecnologie mirate al miglioramento della qualità ambientale e all'arresto dei processi di degrado e di dissesto di manufatti edilizi e contesti ambientali e all'eliminazione e contenimento delle loro cause attività gestionali, quali: l'organizzazione e conduzione del cantiere edile, la gestione e valutazione economica dei processi edilizi o di trasformazione di aree a prevalente valenza naturale, la direzione dei processi tecnico-amministrativi e produttivi connessi attività correlate all'ingegneria della sicurezza e protezione delle costruzioni edili, quali: le grandi infrastrutture edili, i sistemi di gestione e servizi per le costruzioni edili per i cantieri e i luoghi di lavoro, i luoghi destinati agli spettacoli e agli avvenimenti sportivi, gli enti pubblici e privati in cui sviluppare attività di prevenzione e di gestione della sicurezza e in cui ricoprire i profili di responsabilità previsti dalla normativa vigente per la verifica delle condizioni di sicurezza. Al termine del corso, i laureati saranno quindi in grado di svolgere attività professionali presso enti, aziende pubbliche e private, società di ingegneria, industrie di settore e imprese di costruzione, oltre che nella libera professione e nelle attività di consulenza, in diversi ambiti, dove potranno concorrere e collaborare ad attività di programmazione, progettazione e attuazione degli interventi. PROVE DI INGRESSO Test di verifica iniziale (TVI) obbligatorio. [-]